Opale

Opale

Spettacolare ed opulento, l’Opale racchiude in se tutto lo splendore della natura: il fuoco, i lampi, i colori dell’arcobaleno ed il delicato scintillio del mare. Una singola pietra può brillare intensamente di ogni colore dello spettro, tanto che nel 75 a.C. Plinio il Vecchio ne scrisse “Alcune pietre di Opale hanno un gioco di colore che rivaleggia le più intense e ricche tinte utilizzate da pittori. Altre invece… simulano scintillanti fiamme sulfuree o il vivace fuoco di una lampada ad olio.”  Lo scrittore latino ammirava questa caleidoscopica gemma perché una sola pietra esibiva il fuoco del Rubino, la brillantezza solare del Topazio, il blu dello Zaffiro, il verde dello Smeraldo ed il porpora brillante dell’Ametista.

Cos’è l’Opale?
L’Opale si è formato in seguito a piogge stagionali che, allagando la terra arida, filtrarono in profondità negli strati di roccia sottostanti trascinando con esse un composto gelatinoso di silicio ed ossigeno (silicio disciolto). Nei periodi di secca la maggior parte di quest’acqua evaporava, lasciando depositi di silicio tra gli strati rocciosi, tra le fessure e le venature della roccia sedimentaria. Solidificandosi, questi depositi andavano a formare meravigliose pietre di Opale. Più raramente, l’Opale si formava a stalagmite, prendendo il posto di materiali fossili, oppure creando suggestive composizioni di forma botroidale (stato di aggregazione con protuberanze a forma di grappolo d’uva).

L’Opale è un materiale amorfo che non presenta né una specifica composizione chimica né una precisa struttura cristallina. Per questo motivo è considerato un ‘mineraloide’, piuttosto che un minerale. La sua struttura presenta microscopiche sfere di biossido di silicio che vanno a formare un reticolo a forma piramidale, all’interno del quale vengono trattenuti acqua e silicio. Anche dopo la fase di solidificazione, l’Opale presenta un elevato contenuto di acqua che può raggiungere fino al 21% della caratura (solitamente però i valori sono tra il 6% ed il 10%).  

Caratteristiche dell’Opale
L’Opale si distingue per la sua suggestiva opalescenza ed il caratteristico gioco di colori. Questi sono effetti dovuti alla refrazione dei raggi di luce che una volta penetrati nella gemma, rimbalzano sulle minute sfere di silicio e tra gli strati microcristallini che compongono la struttura della pietra. I raggi si rifrangono, si piegano, o addirittura si mescolano così producendo la caratteristica iridescenza.

Nelle gemme di Opale in cui le sfere microcristalline sono disposte disordinatamente, l’effetto della diffrazione produrrà una lucentezza opaca o perlata. Tale effetto è noto come  opalescenza, ossia una delicata iridescenza dalle tenui tonalità o dalla velatura lattescente. Questo si verifica nell’ Opale Comune, anche detto ‘Potch’.

Gemme in cui le minute sfere si dispongono ordinatamente in un sistema reticolato sono invece più rare; in esse la refrazione produce un meraviglioso ‘ gioco di colori’ mostrando l’intero spettro cromatico. Tale gioco può consistere in accentuati lampi di colore detti ‘schiller’ oppure in lampi piccoli e densi, cangianti a seconda della direzione della luce e l’angolazione della pietra. Le dimensioni delle microsfere e la loro disposizione determineranno la colorazione, la qualità e l’intensità di questi lampi di colore, i quali a loro volta determinano il valore della pietra. Questi giochi di colore si verificano nella varietà nota come Opale Nobile, il quale è appunto una varietà assai più rara.

Una ulteriore caratteristica dell’Opale è la sua durezza, che corrisponde a 5,5 – 6,0 sulla scala Mohs. Ciò significa che questa è una pietra delicata, la quale si può facilmente scalfire o graffiare, rendendola una eccezionale pietra da usare per creare orecchini, spille, ciondoli ed in generali pezzi che non sono proni ad impatti ed abrasione. Quando gemme di Opale vengono utilizzate per gioielli quali gli anelli è sempre bene usare montature a castone le quali proteggono la pietra, piuttosto che montature a griffe che invece lascerebbero la pietra troppo esposta.

Etimologia del nome
Il nome ‘Opale’ ha radice nel Latino ‘opalus’, che a sua volta si pensa derivi dal Sanscrito ‘upala’, cioè ‘pietra preziosa’. Nel Medioevo, il nome ‘opalus’ si evolse in ‘ophthalamos’ o ‘ophthalamius’, cioè ‘inerente alla vista’. Mentre in greco la stessa pietra venne chiamata ‘opallios’, ovvero ‘osservare un cambiamento di colore’.

Tipi di Opale
Vi sono due principali tipi di Opale: l’Opale Nobile e quello Comune. Come si è menzionato pocanzi, l’Opale Nobile è il tipo più raro e presenta il gioco di colore, un fenomeno che produce magnifici lampi dai colori iridescenti. L’opale Nobile è molto ricercato, ed il suo valore è determinato dall’intensità, l’uniformità e la diversità del colore, dalla fantasia prodotta dai lampi e dalla possibile visibilità di tali lampi da ogni angolo.

L’Opale Comune invece si ritrova in maggiore abbondanza ed in un maggior numero di siti al mondo. Non mostra lo stesso gioco di colori presente nell’Opale Nobile, ed è per questo meno ricercato da collezionisti. L’Opale Comune è però comunque molto colorato e luminoso e viene spesso utilizzato per creare bellissimi gioielli.

Esistono infinite varietà di Opale, con corrispondente fantasiosa e suggestiva nomenclatura. Alcuni dei nomi dati alle diverse varietà sono riconosciuti internazionalmente, mentre altri sono impiegati da singoli commercianti per descrivere le caratteristiche delle pietre che trattano. A volte il nome fa riferimento al colore della pietra, altre descrive il disegno del gioco di colori, altre il luogo d’origine oppure il rapporto con la roccia ospitante. Le seguenti sono alcune delle varietà più note (si tenga presente che tale elenco non è affatto esaustivo).

Opale Nero: una delle varietà più ricercate e pregiate, caratterizzato da un distintivo gioco di colore e da uno sfondo nero, grigio, verde o blu nelle tonalità più scure. Poiché l’Opale Nero viene quasi esclusivamente estratto nelle miniere del Nuovo Galles del Sud (in Australia), nel 2008 fu ufficialmente proclamata la pietra ufficiale del suddetto stato. 

Opale Cristallino Australiano: una varietà trasparente o traslucente con un delicato gioco di colori.

Opale Etiope: una forma idrofana (cioè è una pietra di Opale capace di assorbire acqua), che si forma negli spazi vuoti tra le stratificazioni di cenere vulcanica. Infatti, mentre tutti gli Opali australiani sono di origine sedimentaria, gli Opali Etiopi si sono formati in seguito ad attività vulcanica. L’Opale Etiope fu originariamente scoperto su Yita Ridge nel 1994: la qualità delle pietre ivi ritrovate era particolarmente fragile in quanto quando le gemme assorbivano acqua diventavano proni a crepature. Nel 2008, nel Welo District, fu ritrovata un’ulteriore qualità di Opale Etiope che presentava maggiore stabilità. Questa varietà molto porosa è suscettibile ad un cambiamento di trasparenza ed opacità quando assorbe acqua. Una volta asciugatasi, la pietra riesce a rivertire al suo stato originario senza presentare crepe o altre reazioni avverse.

Opale di Fuoco: una suggestiva pietra trasparente o traslucente dalle calde sfumature. Questa tipologia è caratterizzata dal suo colore: rosso, arancio o giallo-bruno. Di solito non presenta il gioco di colori, sebbene possa talvolta presentare scintillanti lampi verdi. L’Opale di Fuoco è anche noto come Opale Messicano in quanto è soprattutto ritrovato a Querètaro in Messico.

Opale Girasole: anche noto come Opale d’Acqua, è una forma di Ialite (un Opale trasparente ed incolore) che presenta un luminoso scintillio blu che segue la fonte di luce proprio come farebbe un girasole. Tale effetto non è dovuto al gioco di colori come in un Opale Nobile, piuttosto è dovuto alla presenza di minuscole inclusioni. I principali giacimenti di Opale Girasole si trovano nel Messico e negli Stati Uniti (nello stato dell’Oregon).

Opale Arlecchino: una delle varietà più rare e ricercate, il suo gioco di colori si presenta sotto forma di luccicanti e vivide ‘pezze’ luminose dalla forma romboidale o rettangolare. 

Opale Matrice Australiano: una gemma in cui l’Opale Nobile è parte integrante della roccia ospitante (che sia arenaria ferruginosa o minerale di ferro). Questo si forma quando l’Opale si forma riempiendo gli spazi porosi o le intricate venature della pietra ospitante. Questa varietà è anche nota come ‘Opale Tipo 3’. 

Opale Giallo: una varietà luminosa e colorata, che può essere sia tralucente che opaca. Le pietre tralucenti sono solitamente tagliate in varie sfaccettature e lucidate, mentre le pietre opache vengono tipicamente tagliate a cabochon o semplicemente tumbled e lucidate.

Dove si trova l’Opale?
Circa il 97% della produzione mondiale di Opale Nobile avviene in Australia, lo stato dell’Australia Meridionale ne risponde addirittura dell’80%. L’Opale australiano è famoso in tutto il mondo per i suoi colori brillanti e per l’ipnotico gioco di luci. Queste riserve furono scoperte nel 1849 e sin dalla fine del Secolo XIX hanno dominato il mercato globale. L’Opale australiano viene ritrovato in un ristretto numero di miniere tra cui Coober Pedy (scoperta nel 1915), Lightening Ridge (scoperta nel 1902), White Cliffs (scoperta nel 1890), Andamooka (scoperta nel 1930), Mintabile (scoperta nel 1931) ed il sito di Boulder Opal di Quilpie nel Queensland (scoperta nel 1869, probabilmente una delle miniere di opale più antiche).

Oltre all’Australia, altri produttori di Opale si trovano in Etiopia, Brasile, Messico, Tanzania, Perù e negli Stati Uniti.
Nel 2008, l’MRO (Mars Reconnaissance Orbiter) della NASA rilevò varie tracce di Opale su Marte. Immagini satellitari mostrarono la presenza di aree ricoperte da detriti di silicio idratato e ricercatori NASA identificarono ulteriori stratificazioni di Opale sulle pareti di alcuni crateri. Questi ritrovamenti costituiscono una scoperta importante: poiché la formazione di Opale richiede la presenza di acqua (essendo formata da silicio idratato), questi sono un’ulteriore testimonianza di una passata presenza di acqua sulla superficie di Marte. 

Capolavori in Opale
Nessie: un pliosauro opalizzato lungo due metri, proveniente dall’Australia. L’Opale si andò ad insediare nella roccia tra gli spazi vuoti lasciati dalle ossa, dissolte dall’acidità dell’acqua nel terreno. Nessie si trova al National Opal Collection di Sydney in Australia.

L’Opale del Dio Sole: un Opale Nobile bianco da 35 carati, scolpito a forma di viso e montato su una cornice d’oro che richiama raggi solari. Questo gioiello è avvolto dal mistero in quanto si dice che la pietra sia stata ritrovata e scolpita in Messico nel Secolo XVI, fu poi esposta in un tempio persiano per diversi secoli prima di essere acquistato dalla famiglia Hope. L’Opale del Dio Sole è ora al Field Museum of Natural History di Chicago, negli Stati Uniti. 

Opale Scuro Jubilee: un Opale Nero da 314,4 carati che proviene dalla mina di Coober Pedy in Australia. Attualmente si trova allo Smithsonian Insitution negli Stati Uniti.

Spilla Pavone in Opale Nero: un decadente gioiello disegnato da Harry Winston. La spilla è caratterizzata da un magnifico opale nero da 32 carati (ritrovato a Lightening Ridge in Australia) che va a formare il corpo del pavone, una sontuosa coda d’oro incastonato di zaffiri, smeraldi, rubini e diamanti, mentre la testa ed il collo sono costituiti da zaffiri e diamanti. Si trova ora allo Smithsonian National Museum of Natural History negli Stati Uniti.

Collana in Opale Tiffany: un raffinato esemplare di Art Noveau, disegnata da Louis Comfort Tiffany ed ideata tra il 1915 ed il 1925. E’ una collana composta da Opale Nero  di Lightining Ridge (Australia) e luminoso Granato Demantoide proveniente dalla Russia.

L’Olympic Australis -  straordinario ed unico, con i suoi 17.000 carati (3.450 grammi!) è l’Opale più grande e prezioso al mondo. Fu ritrovato nel 1956 in una miniera di Coober Pedy, nell’Australia del sud e misura 280 mm di lunghezza, 120 mm di altezza e 115 mm di larghezza. 

Proprietà dell’Opale
Come le pietre di Opale assorbono e rifrangono la luce, fanno lo stesso con sentimenti, pensieri, desideri ed emozioni represse amplificandole e poi rimandandole alla loro fonte. Questo processo esalta i tratti positivi di alcuni nostri pensieri, azioni ed emozioni, permettendo di concentrarci sul nostro potenziale. Allo stesso tempo però tale processo enfatizza i nostri attributi negativi e le nostre azioni meno costruttive. Sebbene ciò possa turbare o creare sconforto in alcune persone, permette di analizzare emozioni negative e capire quanto queste possano essere distruttive, per poi iniziare un processo di ripresa e di crescita.

Dal punto di vista emotivo, l’Opale viene spesso impiegato per stimolare un senso di calma e di conforto, aiutando a ridurre stress e depressione. Questa pietra aiuta a frenare pensieri irrequieti e menti agitate che magari si soffermano eccessivamente sul passato o anticipano troppo il futuro. Aiuta inoltre a placare pensieri negativi ed a concentrarsi sul migliorare la propria persona. L’Opale attinge energia dall’acqua contenuta in essa, e rilascia tale energia per aiutarci ad accrescere la nostra autostima, l’entusiasmo e l’ottimismo, allo stesso tempo allontanando inibizioni dannose che ci ostacolano. 

L’Opale è in grado di aiutare la mente a trovare stabilità e stimola sogni sereni. Queste sono gemme particolarmente adatte per aiutare bambini che non dormono bene o che hanno incubi ricorrenti. Possono inoltre essere d’aiuto quando un bambino ha un amico immaginario col quale ha un rapporto negativo e distruttivo. In generale, l’Opale è una pietra lenitiva che può essere di grande aiuto nel placare emozioni turbolente, dare speranza e raggiungere la pace interiore.

Opale esoterico
L’Opale esiste in una infinità di colorazioni e il colore dominante di ciascuna gemma può essere utilizzato per stimolare un corrispettivo chakra. Perdippiù, alcune gemme presentano un gioco di colori cosi variopinto ed iridescente da poter stimolare più chakra simultaneamente, creando una connessione diretta con il Chakra della Corona (ovvero il Settimo Chakra).

Questa seducente pietra ha inoltre il potere di aprire il Chakra del Cuore (il Quarto Chakra), infondendo amore e fedeltà; questo vale per qualsiasi tipo di amore, che sia amore incondizionato, amore sensuale e passionale, erotico o altro. L’Opale può essere utilizzato per intensificare sentimenti e disinibire; deve però essere utilizzato con cauzione in quanto può anche creare una dispersione dell’energia propria. Dunque, quando si utilizza l’Opale allo scopo di amplificare o esplorare i propri sentimenti, è sempre bene avere altre gemme a portata di mano per aiutare con la concentrazione ed l’equilibrio. 

Lo stupefacente spettro cromatico dell’Opale ha il potere di sanare l’aura. Infatti questa funge da prisma, irradiando l’aura di luce e di colori diffondendo un’energia capace di placare le emozioni ed incrementare l’amore che abbiamo per la vita. Questa è inoltre una pietra capace di ispirare, per così accrescere la nostra creatività e la nostra immaginazione. Si pensa che tale energia derivi dallo spirito dell’Opale, i cui colori rappresentano lo spirito di un bambino che gioca spontaneamente ovunque voglia ed in qualsiasi momento ne abbia voglia. Tale spontaneità si materializza nella nostra vita sotto forma di creatività e gioia di vivere.

Dal punto di vista spirituale e psichico, si ritiene che l’Opale possa accrescere la nostra consapevolezza cosmica ed il nostro intuito. Non solo ha il potere di intensificare i sentimenti, i pensieri ed anche l’intuito, ma può anche essere utilizzato come pietra protettrice, sia nella vita che nei viaggi astrali. Le sue vibrazioni possono proteggerci nel corso di una seduta di meditazione ed anche quando ci avventuriamo in ‘luoghi pericolosi’, tenendoci al sicuro (come per esempio durante sogni esplorativi o viaggi sciamanici che richiedono cura ed attenzione).

Le gemme di Opale vengono anche utilizzate come scudo per proteggersi da energie negative altrui, prevenendone l’assorbimento da parte nostra. Proprio come la struttura dell’opale produce diffrazione (e dunque interferisce con i raggi di luce) generando colori iridescenti, questa pietra può aiutarci a creare interferenze in situazioni che turbano i nostri sentimenti ed il nostro umore. Si dice inoltre che l’Opale sia capace di creare un vero e proprio ‘mantello dell’invisibilità’ in situazioni in cui vorremmo passare inosservati.

Questa è una meravigliosa pietra da avere con se in periodi in cui sono previste grandi trasformazioni. Grazie alla sua alta concentrazione idrica, l’Opale racchiude il potere dell’elemento dell’Acqua; e proprio come un flusso d’acqua riesce a scorrere incessante scavalcando rocce e radici che trova lungo il suo percorso, l’energia di questa pietra può aiutarci a perseverare lungo il cammino della nostra via nonostante la presenza di sfide e di ostacoli. Quando si pensa di attuare dei cambiamenti l’Opale è una preziosa gemma da porre accanto al proprio cuore.

L’Opale è fortemente connesso alla maternità. Queste pietre infatti sono un regalo ideale per future o neo mamme in quanto riverberano delle energie associate alla Dea Madre. Inoltre, un Opale Latteo sepolto sotto un salice o un qualsiasi albero da frutto durante una notte di luna piena, può aiutare a concepire. Tutti i tipi di Opale invece possono costituire un potente supporto emotivo per future madri che magari hanno timori riguardo il parto, la gravidanza, o i primi mesi di vita del bambino, rassicurandole ed attenuando tali preoccupazioni.